Tu sei qui

Laboratorio didattico e formativo per alunni disabili

Argomenti (tag): 

Coordinatore del progetto: prof. Angelo Calabrò.

Premessa

Il nostro Istituto è frequentato da numerosi alunni disabili, le cui compromissioni riguardano sia l’aspetto cognitivo che quello relativo all’area motorio-prassica.
Questa realtà, permette di avere un organico abbastanza consistente di docenti di sostegno con competenze specifiche relativamente alle diverse aree di riferimento: scientifica, umanistica, tecnico professionale e psicomotoria.
Per favorire e semplificare il processo d'apprendimento e il conseguente raggiungimento degli obiettivi indicati nel “Progetto Educativo Individualizzato”, per alcuni alunni che presentano delle patologie particolarmente gravi, le attività didattiche, oltre che a svolgersi in classe, vengono svolte anche in aule speciali dotate di particolari strumenti e sussidi.
 
Attività di sostegno

All’interno dell’Istituto sono previste attività di laboratorio finalizzate al raggiungimento delle seguenti competenze trasversali:

  • Sollecitare la collaborazione nel lavoro di gruppo;

  • Riconoscere e saper accettare le proprie capacità e i propri limiti;

  • Rinforzare l’autostima;

  • Promuovere la stima e la fiducia negli altri;

  • Incrementare le capacità espositive attraverso diversi linguaggi (verbale, corporeo, iconico…);

  • Abituare alla verbalizzazione in gruppo

  • Assumere responsabilità ed autonomia nell’eseguire l’incarico affidato;

  • Facilitare l’integrazione e la socializzazione.

Attività di laboratorio e formative

  • Laboratorio musicoterapia: il progetto mira ad utilizzare varie discipline derivanti dall’espressività corporea in modo da valorizzare le differenti abilità, favorendo l’autostima e le capacità relazionali.

  • Laboratorio di ceramica/pittura espressiva: Il progetto si prefigge il perseguimento dei seguenti obiettivi didattici-educativi e trasversali:

    • Progettare la realizzazione di un semplice prodotto artistico;

    • Acquisire le tecniche espressive che ne permettono il compimento, sperimentando diversi approcci operativi nel rispetto delle proprie potenzialità;

    • Socializzare con il gruppo di lavoro, collaborando e confrontandosi al fine di arricchire le proprie competenze;

    • Mantenere viva l’attenzione e la concentrazione durante la fase operativa;

    • Vivere piacevolmente questa nuova esperienza in un clima sereno e tranquillo.

  • Laboratorio di scienze: Il progetto si propone di stimolare e incentivare i ragazzi, attraverso la partecipazione alle attività di laboratorio e si prefigge il perseguimento dei seguenti obiettivi didattici e trasversali:

    • Migliorare la socializzazione e le relazioni attraverso un’attività creativa;
    • Favorire una formazione scientifica potenziandone la curiosità, lo sviluppo di atteggiamenti; le abilità di tipo scientifico, il gusto di esplorare e capire cose nuove;

    • Seguire un ordine logico nelle procedure.

  • Attività sportiva: Educare alla pratica sportiva. Conoscere le regole di una data attività sportiva. Scoprire e accettare codici di comportamento legati alla vita di gruppo. Consolidare le capacità motorie, migliorando la coordinazione.

  • Laboratorio multimediale: il progetto si propone di sviluppare le abilità informatiche, attraverso la realizzazione di semplici presentazioni e/o tesine.

  • Tutoring: la classe è una risorsa per gli alunni svantaggiati. L’obiettivo del progetto è quello di sensibilizzare i ragazzi che diventano “tutori” del compagno, offrendo un supporto materiale ed affettivo.

  • Attività di giardinaggio: sono previste attività di cura e mantenimento dello spazio verde. Ogni alunno si occuperà di una parte del giardino che sarà affidata alle sue cure.

  • Ippoterapia: Favorire una partecipazione attiva dell’alunno rendendolo protagonista nel rapporto con l’animale e fargli vivere un’esperienza di sviluppo neuromotorio unica.

  • Stages formativi interni: tutti gli alunni delle classi terze sono coinvolti in attività di stages all’interno dell’Istituto durante i quali svolgono diverse mansioni (segretariato, centralinista, bibliotecario…)

  • Alternanza scuola-lavoro: gli alunni frequentanti le classi quarte e quinte sono chiamati a svolgere attività di stages presso aziende private ed Enti Locali, con la supervisione degli insegnanti e di un responsabile referente per l’azienda o Ente accogliente.

Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons. Sito manutenuto e personalizzato da Maria Piantoni.